ADEMPIMENTO PER L’USO DI PARTICOLARI SOSTANZE - scadenza 28 agosto 2021

Entro il 28 agosto 2021 i gestori degli impianti con Autorizzazione Unica Ambientale o autorizzazione ordinaria ex art. 269, devono compilare e trasmettere la relazione tecnica all’autorità competente relativa alle emissioni cancerogene in atmosfera e non solo.

 

Lo dispone l’art. 271 del D.lgs 102/2020, indicando che le emissioni di tali sostanze devono essere limitate al massimo o sostituite nei cicli produttivi.

Approfondiamo meglio l’argomento…

Chi sono i soggetti tenuti alla presentazione della relazione tecnica relativa alle emissioni cancerogene in atmosfera e relativo utilizzo?

Le AZIENDE AUTORIZZATE ALLE EMISSIONI IN ATMOSFERA mediante provvedimento AUA (art 269 D.lgs 152/06) e/o mediante provvedimento AIA, che nei cicli produttivi generano emissioni in atmosfera e utilizzano sostanze – miscele classificate come cancerogene – tossiche per la riproduzione o mutagene (H340-H350-H360), di tossicità e cumulabilità particolarmente elevata o classificate estremamente preoccupanti (SVHC) dal regolamento (CE) n. 1907/2006, sono tenute a trasmettere all’autorità competente, entro il giorno 28/08/2021 (ai sensi del D.lgs 102/2020), una relazione che vada a valutare la disponibilità di alternative a tali sostanze e che valuti la fattibilità tecnico economica della loro sostituzione. Tale relazione dovrà successivamente essere inviata ogni 5 anni.

Quali sono le sanzioni per il macato invio?

Il mancato invio della relazione è punibile con una sanzione amministrativa da euro 500,00 a euro 2.500,00.

Modalità di invio della relazione...

Con la D.G.R. n° XI/4837 del 07 giugno 2021 e successivi webinar di luglio 2021, la Regione Lombardia ha fornito delle linee guida utili per l’applicazione degli adempimenti previsti dall’art. 271 c.7 bis del D.lgs 152/06.
In virtù delle linee guida citate è necessario valutare la presenza delle sostanze e delle miscele sopra citate in relazione al quantitativo utilizzato negli ultimi 3 anni.
Nel caso in cui le sostanze e miscele rientranti nel campo di applicazione dell’adempimento siano utilizzate in quantità inferiore a 10 Kg/anno non sarà necessario inviare agli enti preposti la relazione tecnica sopra citata.
In caso di superamento del limite quantitativo sopra citato, occorre inviare una relazione tecnica in cui valutare la significatività delle emissioni generate, la presenza delle sostanze nelle emissioni stesse, la disponibilità di alternative e la fattibilità tecnico economica degli interventi necessari alla loro sostituzione.

Vista la complessità delle valutazioni Regione Lombardia ha previsto la possibilità di richiedere una proroga pari a 90 gg per la stesura delle valutazioni tecniche utili. Tale proroga dovrà essere espressamente richiesta contestualmente all’invio della relazione sull’utilizzo di tali sostanze la cui scadenza rimane fissata per il giorno 28/08/2021.
Le aziende non rientranti nel campo di applicazione della presente normativa, o aventi sostanze soggette ma con consumo delle stesse inferiore a 10 Kg/anno, sono comunque tenute a tenere a disposizione la documentazione necessaria attestante la non applicabilità dell’art 271 c 7 bis D.lgs 152/06 (schede di sicurezza in ultimo aggiornamento e elenco dei consumi per sostanze o miscele soggette)
In virtù della prossima scadenza (28/08/2021), ed in relazione dell’avvicinarsi delle vacanze estive, si inviata ad effettuare una cernita delle sostanze in uso ed in caso di presenza di sostanze e/o miscele soggette all’adempimento predisporre la dovuta comunicazione.
Si precisa che attività autorizzate alle emissioni in atmosfera secondo art 272 c 2-3 del D.lgs 152/06 (attività in deroga) non rientrano nel campo di applicazione del presente adempimento in quanto tali autorizzazioni non permettono l’utilizzo delle sostanze e miscele classificate o rientranti negli elenchi citati. E’ utile comunque, anche per tali realtà, effettuare una verifica sulle materie prime utilizzate necessaria a garantire la coerenza dell’autorizzazione in deroga con il quadro normativo aggiornato dal D.lgs 102/2020.

Modalità operative per verifica presenza sostanze...

Al fine di schematizzare il più possibile le sostanze e/o miscele da valutare si riporta una tabella utile per il primo check di verifica.

 

Si riporta di seguito l’elenco delle sostanze estremamente preoccupanti (https://echa.europa.eu/it/candidate-list-table) aggiornato a luglio 2021.
E’ inoltre possibile, al fine si semplificare la cernita delle sostanze e/o miscele richiedere conferma scritta ai propri fornitori, circa la presenza di sostanze e o miscele soggette al presente adempimento nei composti acquistati.

Ultime 3 News